sabato 19 giugno 2021

Interview with Anush Hamzehian e Vittorio Mortarotti

 
Anush Hamzehian (Padova, 1980) e Vittorio Mortarotti (Savigliano, 1982) sono due di artisti i cuoi lavori spaziano tra la fotografia, il video e la documentazione. Il duo artistico indaga sulle marginalità geografiche e sociali attraverso lavori che coinvolgono rifugiati politici, ex minatori, prostitute, sopravvissuti dello tsunami e delle guerre balcaniche. I progetti realizzati prevedono una serie di pubblicazioni tra le quali Eden, L'IsolaThe first day of good weatherMost Were Silent. Di seguito l'intervista con gli artisti. 

Chi sono Anush Hamzehian e Vittorio Mortarotti? qual'è il percorso che vi ha portato a diventare artisti?
Abbiamo percorsi diversi, ma entrambi coltiviamo il gusto del cambiamento. Da studi universitari che avevano a che fare con la storia contemporanea o la linguistica, siamo passati alla fotografia e al film documentario. Siamo stati (e siamo tuttora) amici innanzitutto. Ci siamo conosciuti a Parigi, con una certa diffidenza reciproca, normale per quel tipo di giovani italiani a Parigi che eravamo. Ma poi qualcosa di inevitabile si è strutturato. Per anni abbiamo condotto parallelamente, ma con un'enorme curiosità per il lavoro dell'altro, una ricerca artistica. Un viaggio/progetto in Giappone, nel 2013, ha dato il via alla nostra collaborazione. "The First Day Of Good Weather" e "Après", un progetto fotografico e un film, sono nati, dopo quell'esperienza comune tra le macerie dello tsunami e le notti infinite di Tokyo. In un parco di Tokyo, piuttosto brutto, a fianco a della spazzatura, ci siamo detti che da quel momento avremmo provato a lavorare insieme. E non ci siamo più fermati. Oggi firmiamo libri, film e installazioni con i nostri due nomi, senza specificare i nostri compiti specifici. Siamo diventati una specie di collettivo a due. Sembra una battuta, ma c'è un po' di verità dietro a questa frase.

I vostri progetti indagano sulla marginalità, sia essa storica, geografica o sociale. Cosa caratterizza la vostra ricerca che prende forma attraverso installazione video e fotografiche?
Fare immagini e costruire contenitori per condividerli con il pubblico, siano questi le installazioni, i film o i libri, è una delle nostre strategie di sopravvivenza. O, detto in un altro modo, entrare nelle storie delle persone ha modellato negli anni una stampella alla quale ci appoggiamo di fronte all'esistenza. E la stampella è più solida, per il nostro modo di essere, se possiamo costruirla al margine del nostro mondo, nei dettagli storici, geografici e sociali. Come sulla frontiera tra Armenia e Iran (Eden), nel deserto del New Mexico (Most Were Silent) o nell'isola tropicale di Yonaguni (L'Isola). C'è poi da dire che la fuga è una delle nostre tematiche ricorrenti. E in fondo, l'atto stesso di andare dall'altra parte del mondo, per fabbricare le nostre storie, è una forma di fuga controllata.

giovedì 17 giugno 2021

Palmes Tennis Society _ spring/summer 2021

Palmes Tennis Society lancia la sua prima collezione unendo il mondo del tennis vintage a quello formate. Il brand di Copenhagen presenta una serie di capi trasversali da utilizzare in campo e fuori, come la divisa da gioco affiancata ad una giacca in tweed. La collezione è disponibile in esclusiva nel sito del brand

martedì 15 giugno 2021

Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975 – 1985

Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975 – 1985 è un viaggio attraverso gli scatti del fotografo reggiano custoditi dall'azienda di Sassuolo. Il nucleo di opere nate dalla collaborazione tra Ghirri e Marazzi valorizzano la ricerca, la creatività e l'amore per il territorio che li lega dal primo incontro del 1975. Il volume realizzato conserva trenta scatti del maestro creati durante i dieci anni di collaborazione con l'azienda e accompagnati dai testi dello scrittore Cosimo Bizzarri e del critico fotografico e curatore Francesco Zanot con la direzione artistica di Studio Blanco. www.ghirri.marazzi.it presenta questo corpo di opere inedite assieme ai testi scritti per la pubblicazione. 

lunedì 14 giugno 2021

Tenue de Nîmes x Birkenstock

 
Tenue de Nîmes reinterpreta i classici Birkenstock Boston in due versioni ispirati al mondo workwear. Macchie di pittura e un inserto in denim caratterizzano i prodotti realizzati in edizione limitata che sono disponibili nel sito di TdN

sabato 12 giugno 2021

Pyjama _ Tom Adam

Classico, trasversale e adatto a tutte le età è il pjyama di Tom Adam. Il brand francese sviluppa una serie di capi confortevoli, in versione lunga e corta pensati per tutta la famiglia, per trascorrere del tempo a casa. Un pjyama nato non solo per dormire ma anche per trascorrere il tempo in casa che potete trovare direttamente dal brand qui.

mercoledì 9 giugno 2021

The Story of (my) Exhibitions _ Germano Celant

The Story of (my) Exhibitions raccoglie le esposizioni realizzate da Germano Celant dal 1967 al 2018; una racconta di progetti che hanno caratterizzato il percorso del curatore, dal prima definizione dell'Arte Povera nel 1967, passando per la Biennale di Venezia, Palazzo Grassi, il Guggenheim Museum di New York, fino all'ultima alla Fondazione Prada. Il volume presenta l'evoluzione della pratica curatoriale, dalla ricerca all'allestimento che ne ha caratterizzato le mostre all'interno delle principali istituzioni museali e fondazioni del mondo. 

lunedì 7 giugno 2021

Sulla Luna e sulla Terra / fate largo ai sognatori! _ Fotografia Europea

Sulla Luna e sulla Terra / fate largo ai sognatori! è il tema sviluppato da quest'edizione di Fotografia Europea; un nuovo sguardo e nuove prospettive riflettono sul ruolo delle immagini attraverso i progetti selezionati a cura di Diane Dufour e Tim Clark affiancano Walter Guadagnini. Il festival è un itinerario alla scoperta di Reggio Emilia attraverso le sedi del festival e i progetto open air. Ai Chiostri di San Domenico tra i progetti sono presenti L'Isola di Vittorio Mortarotti e Anush Hamzehian, raccogliere le ultime immagini, gli ultimi suoni e gli ultimi bagliori di una comunità che scompare, poi Le Bate di Yasmina Benabderrahmane che rappresenta la sua nazione natale, il Marocco, fra l'oggi e ieri e Noémie Goudal che presenta Telluris, progettochee unisce realtà fisica e mentale. A palazzo Mosro Camere che Sognarono Camere, un dialogo fra i lavori di Thomas Demand e Martin Boyce assieme a HOME IS WHERE ONE STARTS FROM, ovvero una serie di libri fotografici dedicati al tema dell'ambiente. Fra i progetti da scoprire in città invece #NYC di Jeff Mermelstein e Virus di Antoine d’Agata. Per concludere fra i progetti paralleli l'ottava edizione di Giovane Fotografia Italiana con i progetti di  Domenico Camarda, Irene Fenara, Alisa Martynova, Francesca Pili, Vaste Programme, Martina Zanin, Elena Zottola.

domenica 6 giugno 2021

LAWRENCE WEINER _ Uniqlo UT

A bit of matter and a little bit more è la frase dell'artista Lawrence Weiner che compare nella nuova t-shirt per Uniqlo. L'opera è parte della collezione del MoMA che in collaborazione con UT ha realizzato numerose t-shirt celebrative degli artisti in collezione. La maglietta con Weiner è acquistabile qui

sabato 5 giugno 2021

Soil kinships / Parentele di terra _ Marco Maria Zanin

Soil kinships / Parentele di terra, nuovo lavoro di Marco Maria Zanin, è un viaggio fra il Sud America, il Portogallo e l'Italia, dove l'artista attraverso la sua ricerca crea una serie di connessioni impreviste. Gli oggetti presi in analisi diventano catalizzatori di relazioni sociali e umane, un incontro tra generi, soggetti, epoche e stili agli antipodi tra di loro. Le ceramiche, frutto di una manipolazione di oggetti comuni, sono l'attore e il soggetto della mostra che unisce scultura e fotografia, in un dialogo dettato dalla luce. La mostra dell'artista è visitabile presso Spazio Nuovo a Roma fino al 17 luglio 2021. 

venerdì 4 giugno 2021

ITsART

ITsART è il nuovo portale che permette l'accesso ad eventi culturali esclusivi come concerti, documentari, rappresentazioni teatrali e non solo. Il ricco palinsesto della piattaforma è suddiviso in sezioni tematiche per conoscere la cultura con Palco, dove trovare oltre 250 contenuti relativi all'arte performativa, Luoghi, dove scoprire la cultura nel bel paese e Storia. Fra i contenuti da vedere sicuramente Private Collector, le rappresentazione del Teatro di San Carlo e Art Rider; il cataloog completo lo trovate qui.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...