domenica 24 ottobre 2021

Eames Office x Reebok

Ray e Charles Eames hanno ispirato la capsule di Reebok a loro dedicata, composta di quattro versione della Club C, una bianca, una nera e due con grafica. Le scarpe sono vendute con una scatola ispirata alla Case Study House No. 8, a Los Angeles.

giovedì 21 ottobre 2021

Hotel Le Sud _ Juan les Pins

A Juan les Pins, nel sud della Francia, tra Nizza e Cannes si trova l'Hotel Le Sud realizzato dal designer Stéphanie Lizée. Composto da 29 camere arredate con mobili realizzati dagli artigiani della regione, da colore e da oggetti d'antiquariato a richiamare una villa del sud d'altri tempi. Il logo viene riproposto nelle stanze dell'hotel e nei corridoi con una serie di cerami appositamente realizzate; il giardino interno presenta una piscina ispirata circondata dal verde, dove rilassarsi trascorrere il soggiorno. 

lunedì 18 ottobre 2021

Decorazioni per cavalli da guerra _ Giuseppe De Mattia x Declere

Decorazioni per cavalli è il progetto di Giuseppe De Mattia rivolto al futuro, dove l'artista unisce pittura e fotografia; L’intervento di de Mattia viene fatto direttamente decorando l’immagine del cavallo che solitamente è un ex campione di corse e che invece, in questo caso, è un puledro promettente; con questa scelta l’artista intende riporre speranze nel futuro delle nuove generazioni di artisti. Da questo progetto nasce una edizione limitata di portafogli in collaborazione con Declere dipinti a mano dall'artista come nella serie e prodotta in 20 pezzi unici disponibili qui

domenica 17 ottobre 2021

Kaws x Porter _ Navy Blue

Kaws reinterpreta i prodotti iconici di Porter con un ricamo tono su tono con i suoi personaggi. La collaborazione dal carattere essenziale predilige la funzionalità e l'essenzialità creando un prodotto dal gusto minimale firmato XX. 

venerdì 15 ottobre 2021

Venet Foundation _ Le Muy

Nel sud della Francia, a Le Muy, l'artista Bernar Venet nel 2014 ha aperto la sua fondazione dove ha collocato una serie di suoi lavori dalle imponenti dimensioni assieme ad altri artisti contemporanei tra cui Sol LeWitt, Carl Andre, Jean Tinguely, On Kawara, James Turrell e Dan Flavin. La visita alla fondazione prevede una passeggiata nei giardini dell'abitazione dell'artista e negli spazi vicini dove le opere sono collocate e ai due padiglioni, il primo monografico dove vi sono opere di Venet, mentre il secondo dove trovano dimora i lavori di Lawrence Weiner e James Turrell, di quest'ultimo un Inspire the light e uno skyspace. La collezione del'artista composta da circa cento opere è dislocata tra il parco e le residente che purtroppo non sono visitabili. 

mercoledì 13 ottobre 2021

Interview with Daniele Costa

Daniele Costa, classe 1992, è artista visivo italiano la cui ricerca è focalizzata sul corpo attraverso le sulle immagini in movimento. Un approccio medico-scientifici e la conoscenza dell'individuo caratterizzano i suoi lavori, dove la narrazione si articola attraverso immagini statiche e in movimento che l'artista elabora e ripropone. Di seguito l'intervista con Daniele. 


Chi è Daniele costa e qual è il percorso che ti ha portato a diventare artista?
Vorrei rispondere come si rispondeva nelle serie tv cult degli anni 2000. Daniele Costa è un artista visivo che utilizza le immagini in movimento come mezzo di ricerca. Vive e lavora tra Castelfranco Veneto e Venezia. Il mio percorso parte da studi legati al cinema per poi proseguire con la magistrale in arti visive allo Iuav di Venezia. Sempre rimasto coinvolto dalle immagini in movimento, con la possibilità di gestire, raccogliere e consegnare tempo. Il percorso verso la parte artistica è stato dettato dalla possibilità di generare in maniera fluida immagini, nuove realtà e possibilità narrative. 

La tua ricerca è un indagine sull'introspezione personale attraverso il video, cosa la caratterizza nasce e come prende forma? 
Il percorso di ricerca parte dal corpo con l’intento di traslare parentesi di vissuto in materia filmica. Il corpo come sovrascrittura di identità, porzione di materia complessa a cui si conferisce un’individualità, la singolarità umana e i riflessi che essa proietta nella narrazione di una storia collettiva. In questo percorso di indagine la ricerca ha sempre preso coscienza sull’altro anche in una modalità quasi performativa, l’avvicinarmi mette in relazione il mio corpo in fase di ripresa video al corpo dell’altro, in una logica di compenetrazione e scambio. Per farlo, indago da una parte il funzionamento dell’umano attraverso l’apprendimento diretto di nozioni medico scientifiche, affinché svelino le sincronie e ritmicità da cui è regolato, le strutture e i funzionamenti autonomi che ci sono tecnicamente sconosciuti pur appartenendoci. Dall’altra, approfondisco la conoscenza di un individuo concentrandomi su aspetti della sua vita che lo definiscono e lo situano nel proprio contesto, con riferimento all’esigenza interpretativa che lo stesso attua nei confronti di ciò che lo circonda.

martedì 12 ottobre 2021

F715 MIAMI VICE | Design A Truck Edition _ FREITAG

Era il 2015 quando Freitag lanciò Design A Truck per la realizzazione di una serie di teloni per camion a seguito di un open call; dopo cinque anni e molti chilometri percorsi quei teloni sono tornati nella sede di Zurigo e sono diventati il materiale per la realizzazione di 126 MIAMI VICE esclusive. 

sabato 9 ottobre 2021

Dedar x Persol

Dedar x Persol nasce dalla condivisione sul design e l'artigianalità, caratterizzati da un'eleganza senza tempo dove forme e colori sono il fulcro di ogni progetto. La riedizione del Persol 649 è caratterizzata da questi presupposti e il packaging che li accompagna; ogni dettagli è pensato per coniugare i due mondi apparentemente lontani, da una parte l'occhialeria e dall'altra l'arredo, ma che uniti creano armonia e sinergie. 

giovedì 7 ottobre 2021

Woolrich _ fall/winter 2021

 

La collezione di Woolrich fall/winter 2021 riscopre l'archivio di oltre 200 anni del brand proponendolo con silhouette attuali e tessuti ispirati agli originali. La Drizzle Jacket, degli anni '50 e il Mountain Parka degli anni '70 caratterizzano gli outfit d'estrazione workwear dove il check rosso e nero ne caratterizza le cromie. 

mercoledì 6 ottobre 2021

El camino y nada más _ Lorenzo Vitturi @ NEUTRO

El camino y nada más è la nuova mostra da NEUTRO, un intervento site-specific di Lorenzo Vitturi. L’artista sviluppa immagini di paesaggi andini traendo ispirazione dalla storia della sua famiglia, gli incontri e la fusione di culture diverse. L’intervento si presenta in dialogo con la dinamica posizione di passaggio delle bacheche, aggiunge alle immagini scattate degli elementi organici dati da materiali con cui l’artista è solito lavorare come legni pigmentati, lastre di vetrofusione di Murano, filati peruviani, perle di vetro e cordami, che insieme disegnano percorsi astratti e silhouettes sospese in un processo di layering tridimensionale. Le opere che prendono forma all’interno delle bacheche sono per loro natura effimere in quanto si completano solo attraverso la sovrapposizione di strati nello spazio espositivo, dove vengono installate e assemblate grazie alla struttura che le sostiene. Le immagini iniziano e finiscono all’interno di un perimetro, diventando esse stesse spazio e forma per un periodo temporale limitato. Questi assemblaggi materici, quasi scultorei nel loro volume, sfruttano la profondità delle bacheche e ritraggono elementi del paesaggio peruviano e della vita quotidiana veneziana, in sintonia con la natura in divenire e la geografia aperta delle vetrine.
La pubblicazione raccoglie i sei soggetti scattati dell’intervento nello spazio di Reggio Emilia, come traccia del lavoro momentaneo dell’artista ed è accompagnata da un racconto di Cosimo Bizzarri. La narrazione di un avvenimento accaduto, o forse no, a Lima in Perù, che ci introduce alla mostra può essere acquistata qui

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...