sabato 7 dicembre 2019

Cronache da una Città sommersa


Il 12 novembre 2019 un’acqua alta straordinaria, 187 cm, ha sommerso l’intera città di Venezia. Dopo questo evento eccezionale, la voglia è di guardare avanti e ripartire, riprendendo le attività quotidiane. Cronache da una città sommersa nasce da alcuni di amici vicini al laboratorio di serigrafia Fallani Venezia, luogo storico presente in città da oltre cinquant’anni, con la volontà di supportare questa attività così che possa ripartire dopo i danni subiti.  La marea ha danneggiato parte dei macchinari e materiali che negli anni hanno permesso di prendere forma ai lavori di numerosi artisti e illustratori che hanno frequentato la stamperia.
Il progetto ha coinvolto un primo gruppo di illustratori, nuove e vecchie conoscenze di Fallani, chiedendo loro di realizzare una grafica legata alla città di Venezia. Bruno Bozzetto, Ale Giorgini, Riccardo Guasco, Franco Matticchio, Andy Rementer, Jacopo Rosati, Guido Scarabottolo, Lucio Schiavon e Olimpia Zagnoli hanno deciso di donare un proprio lavoro alla serigrafia così da permettere a Gianpaolo, deus ex-machina di questa realtà, di riprendere l’attività di stampa con nuove edizioni e sostituire i materiali danneggiati.
Le grafiche sono disponibili in su Fallani Venezia, in edizione limitata in 50 esemplari numerata e firmata dagli artisti, acquistabili singolarmente o set.

venerdì 6 dicembre 2019

Todd Snyder x Clarks _ Fabric Archives

 Da una serie ti tessuti d'archivio nasce la collaborazione fra Todd Snyder e Clarks. La tomaia della wallabee è tagliata su fantasia ispirata ai tappeti d'interni floreali in due colori con rifiniture in pelle a contrasto danno alla scarpa un sapore retrò.

mercoledì 4 dicembre 2019

Camo by Stefano Ughetti _ fall/winter 2019

 La collezione fall/winter 2019 di Camo by Stefano Ughetti è caratterizzata da un estetica che unisce sportwear e sartorialità proponendo una serie di outfit essenziali. I capospalla in piumino e in lana rigorosamente sui toni del blu contraddistinguono la collezione assieme alla collaborazione con De Marchi dove nascono una serie di pollover dedicate ai cicli caratterizzate da grandi tasche funzionali e maglina di lana. 

lunedì 2 dicembre 2019

Attraverso la nebbia, il sole _ Atelier Bingo x Bonvini1909


Bonvini 1909 presenta Atelier Bingo dedicandovi la prima personale in italia. Attraverso la nebbia, il sole. è il titolo dell'esposizione degli illustratori e designer francesi Maxime Prou e Adèle Favreau che presentano piccole opere originali, collage, sculture, acquaforti e serigrafie caratterizzate da un tratto riconoscibile e da un estatica fatta di geometrie e colore. Il processo creativo del duo è caratterizzato da un interazione e continuazione del lavoro l'uno dell'altro a più riprese; uno lo inizia, poi se ne va e l’altro continua, più volte, alternandosi. Una serie di multipli e pezzi unici sono presentati nelle due sale della galleria Atelier 1909 milanese, a questi sono affiancate alcune sculture in legno e gli schizzi del libro appena pubblicato.  

venerdì 29 novembre 2019

Interview with Pietro Ballero

Pietro Ballero, classe 1992, è un artista italiano che vive e lavora a Torino. La sua ricerca è caratterizzata da un'ironia nostalgica che si presenta nei differenti approcci e linguaggi che l'artista usa. I lavori innescano meccanismi narrativi vicini allo spettatore attraverso una dinamica caratterizzata dall'accumulazione e dalla collezione. Di seguito l'intervista con Pietro sui suoi ultimi lavori.

Chi è Pietro Ballero e qual è il percorso che ti ha portato a diventare artista?
Quando ero piccolino sapevo benissimo cosa sarei diventato da grande: un giorno ero convinto che il mio futuro si sarebbe svolto nello spazio, o forse che mi sarei accontentato di arrivare sulla luna; il mese successivo mi sentivo un vero talento come pirata, in giro per i mari, a cercare tesori nascosti sulle isole sperdute in oceani lontani... Poi c’è stato il periodo in cui avrei voluto fare il pompiere e un’altra volta l'esploratore. Siccome non avevo nessuna intenzione di rinunciare a nemmeno una di queste professioni, ho pensato bene di rimboccarmi le maniche e provare a fare l'artista.
Dopo aver frequentato un anno presso l'École supérieure des arts Saint Luc di Liège, in Belgio, mi sono diplomato in Decorazione all'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. A seguito di un'esperienza presso l'École Supérieure des Beaux Arts di Parigi mi sono laureato presso il corso magistrale di Arti Visive e Moda dello IUAV di Venezia. A Venezia ho avuto anche la fortuna di vivere, quotidianamente e per ben 173 giorni, un luogo denso come quello della Biennale, lavorando per il progetto Studio-Venezia di Xavier Veilhan. Ora sono tornato a vivere a Torino dove ho casa e studio.

I tuoi lavori dialogano con i momenti ricorrenti, ordinari e speciali, di ognuno di noi, ma anche ciò che ci circonda influenzandoci indirettamente. Un tocco malinconico caratterizza la tua visione. Cosa caratterizza la tua ricerca?
Attualmente la mia ricerca è concentrata sul tentativo di innescare meccanismi in grado di evocare una narrazione del presente attraverso il linguaggio conosciuto di un passato prossimo a noi tutti più familiare, forse è per questo che dai miei lavori emerge un leggero senso di malinconia. Cartoline turistiche, oggi non più troppo utilizzate ma bene impresse nella nostra memoria, diventano il medium per raccontare un tragico evento attraverso i commenti estrapolati dalla rete; delle candeline di compleanno colorate si trasformano nel numero di like che riceve una foto sui social o scontrini accartocciati diventano lo strumento per scrivere un diario della mia vita... Il tentativo è dunque una traduzione linguistica di ciò che apparentemente è ordinario in straordinario.
Nel contesto di una comunità dominata dalle dinamiche di un tardo capitalismo che ormai investe la dimensione ontologica delle persone, la mia pratica si serve sopratutto dell'accumulazione e della collezione. Credo negli oggetti, o meglio (per dirla alla Bodei) nelle “cose”, quali risultato di un'economia delle relazioni: nella maniera in cui una persona seleziona e successivamente dispone le “cose” nello spazio, queste possono diventare un'espressione esteriore dell'individualità, contribuendo così alla produzione di realtà.

giovedì 28 novembre 2019

COCO 7 : Stillleben _ Federico Pepe + Jacopo Benassi

Stillleben celebra il settimo e penultimo episodio di COCO, il progetto che unisce videoarte e musica, realizzato a quattro mani dall’artista e designer Federico Pepe e dall’artista e fotografo Jacopo Benassi. Il lavoro nella sua narrativa originale unisce fisicità ed azione, presenza e direzione che nasce dal reciproco scambio fra i due artisti, fra le loro storie e i loro legami. Il progetto al suo settimo capitolo diventa una pubblicazione in edizione limitata, 49 esemplari, che unisce all'interno di un involucro speciale, timbrato e dipinto a mano, un plico di stampe bloccate con la sparapunti che comprendono 27 autoscatti di Jacopo Benassi, 27 montaggi di film still e un testo critico di Saul Marcadent; la pubblicazione è disponibile in tre varianti.

lunedì 25 novembre 2019

Traiano Milano _ fall/winter 2019

 Traiano Milano presenta una collezione fall/winter 2019 dal design essenziale e contemporaneo, utilizzando una serie di tessuti sartoriali per i suoi abiti easywear. Completi e spezzati compongono il guardaroba maschile pensato per l'utilizzo quotidiano come per l'occasione con un fit asciutto ed minimale.

venerdì 22 novembre 2019

Jo Gordon _ fall/winter 2019

Il brand scozzese Jo Gordon per la collezione fall/winter 2019 presenta nuove grafiche, geometriche e colorate, per le sue sciarpe in lana. I motivi prendono vita su sciarpe, berretti e guanti acquistabili e spediti direttamente dal nord della Gran Bretagna dove vengono confezionati da piccole manifatture.

martedì 19 novembre 2019

Patagonia "ReCrafted" Reworks


Patagonia e ReCrafted presentano un progetto d'economia circolare che riutilizza e rigenera i capi del brand tecnico dando vita ad una serie di prodotti patchwork. Il risultato sono una serie di capi unicicaratterizzati da un accostamenti di colori differenti disponibili nello store di WornWear di Los Angeles.

lunedì 11 novembre 2019

TRILOGY skateboard _ Ale Giorgini

Ale Giorgini omaggia Star Wars con un edizione su skateboard della sua serie Trilogy. L'impero, i Jedi e la Speranza nelle gradazioni di verde, blu e arancione sono serigrafati sulle tavole in edizione limitata ed esclusiva. Le tavole sono disponibili nello shop dell'illustratore assieme alle serigrafie in edizione limitata con i medesimi soggetti.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...